24.8 C
Catania
martedì, Luglio 14, 2020
Home News Storie di ex fumatori: il racconto di un "amore" mai cominciato

Storie di ex fumatori: il racconto di un “amore” mai cominciato

Le storie di ex fumatori oggi continuano con le interviste di Gabriella Finocchiaro, la nostra giornalista antifumo sempre sul pezzo.

Tra i suoi ospiti, oggi arriva lo showman catanese, Ruggero Sardo.

Abbiamo chiesto a Ruggero quale fosse la sua esperienza legata al “vizio” del fumo e lui ce l’ha raccontata così:

“La mia storia con la sigaretta? È la storia di un “amore” finito male e cominciato ai tempi della scuola, dove la moda imponeva di fatto il giro di sigaretta, se non fumavi non eri nessuno! Così iniziai anche io ma il solo pensiero di poter dipendere da qualcuno o da qualcosa, figuriamoci da una bacchetta di tabacco di pochi centimetri, mi rendeva detestabile con me stesso e nei confronti degli altri. Una dipendenza che già intuivo mi avrebbe fatto prigioniero per sempre, così con questa consapevolezza smisi di fumare e soprattutto cambiai giro di amici. Negli anni a seguire attorno a me, in tanti, che per un motivo o per un altro cedevano alle lusinghe delle “bionde” ma io restavo fermo nel mio proposito di cedere ad altre “bionde” ben più belle e salutari di una triste sigaretta”.

Ruggero ci ha confessato che da sempre ha visto la sigaretta come qualcosa di triste e che intristisce, che isola, che dà un finto piacere. Conoscendo i vizi, ha sempre saputo purtroppo che non è facile resistervi, ma lui e le sigarette non sono mai andati d’accordo! Era come se ci fosse una incompatibilità di coppia! E che quando deve concedersi una deroga all’ira, preferisce magari 2 o 3 boccate ad un sigaro, in compagnia di un buon cognac in assoluta solitudine!

La storia di Ruggero, più che essere legata al “vizio” del fumo, sembrerebbe essere legata a una personale esperienza, quella di un amore mai cominciato, come lui stesso l’ha definita.

Le storie di ex fumatori nascono per raccontare storie di vita vera di chi è riuscito ad aprire la porta d’uscita dal tabagismo e Ruggero, che non si definisce come ex fumatore ma che capisce allo stesso tempo quanto sia difficile smettere, ha concluso così:

“Non giudico, non lo faccio per forma mentis, e non faccio caccia alle streghe nei confronti dei fumatori ma essendo ormai chiaramente consapevole di quanto il vizio del fumo faccia male mi piacerebbe tanto che le persone a me care non fumassero ma capisco la difficoltà nello smettere soprattutto quando lo si fa da tanti, troppi anni, ecco perché credo la cosa migliore sia proprio non cominciare! Insomma oggi a 45 anni mi vanto di non essere un fumatore, a parte il ricordo della parentesi scolastica, di non essere costretto ad uscire dai locali pubblici, magari in pieno inverno, per fare “2 boccate”, di non essere costretto in piena notte a cercare un distributore automatico per evitare la crisi d’astinenza, di non puzzare come un posacenere in una sala da gioco. In fondo è vero smettere di fumare è complicato ma non cominciare mai è molto più semplice! E soprattutto anche senza sigaretta, oggi nel mio piccolo, sono qualcuno!”

Gabriella Finocchiaro
Gabriella Finocchiaro, giornalista siciliana impegnata da anni nelle più importanti emittenti televisive della Sicilia è la nuova redattrice del sito LIAF. Appassionata di sport, soprattutto di pallavolo e calcio, è stata consulente anche per amministrazioni locali e provinciali e portavoce di sindaci e presidenti. Microfono e telecamera in mano, Gabriella è il volto della cronaca e della politica regionale. Il suo primo amore è stato la radio, lo strumento che le ha consentito di entrare a far parte del mondo giornalistico. Ama il teatro, il cinema, la musica, gli animali e soprattutto la vita! Gabriella crede tantissimo nelle possibilità offerte dalla comunicazione sociale e dalla diffusione di messaggi positivi a tutela degli altri. Oggi si scommette in una nuova avventura con LIAF che trova già entusiasmante!
3,265FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

FDA: le IQOS (dispositivi che non bruciano) sono a rischio modificato

Secondo le nuove linee guida, l'IQOS è un “modified-risk tobacco product application” – MRTPA, ovvero un "dispositivo a rischio modificato". Ciò significa che può essere commercializzato come un prodotto che non danneggia come le sigarette convenzionali avendo, come dimostrato da diversi studi, delle caratteristiche diverse.

Sigaretta ed ecig: qualche differenza nella dipendenza per i vapers?

Uno studio americano ha analizzato i dati provenienti dal PATH (Population Assessment of Tobacco and Health) nel periodo tra il 2013 e il 2016 e ha rilevato che l'utilizzo di ecig è associato a livelli di dipendenza da nicotina più bassi rispetto al fumo della sigaretta convenzionale

Storie di ex fumatori: il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo

Il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo, per la rubrica Storie di Ex Fumatori, della nostra giornalista Gabriella Finocchiaro.

Fumo e COVID19: i fumatori ospedalizzati sono molto meno del previsto ma hanno già una malattia più grave

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista "Therapeutic Advances in Chronic Disease" fornisce importanti informazioni sulla questione legata al fumo e al COVID-19. Il numero di fumatori affetto da COVID-19 e che richiede il ricovero in ospedale è di gran lunga inferiore al previsto in base ai tassi di fumo della popolazione. I pochissimi fumatori che alla fine sono ricoverati in ospedale hanno maggiori probabilità di malattie gravi ed esiti negativi