16 C
Catania
domenica, Aprile 18, 2021
HomeNewsLa sigaretta che fa male ai nostri animali domestici

La sigaretta che fa male ai nostri animali domestici

Si discute spesso sui danni che il fumo passivo causa a chi ci sta attorno, ma ci dimentichiamo che non sono solo gli umani a subire le conseguenze di questa cattiva abitudine. Soprattutto in quest’ultimo anno, dove in tanti sono costretti lavorare da casa, gli animali domestici sono costretti a convivere con il fumo.

I padroni spesso li tengono in braccio o seduti accanto nel divano, essendo così più a rischio poiché direttamente a contatto con le sostanze nocive.

Dal risultato di molteplici studi, è emerso che sigari e sigarette sono molto pericolosi anche per loro, non solo perché inalano il fumo ma anche perché ingeriscono le sostanze tossiche leccando oggetti in giro per casa. 

Le principali cause di patologie fumo correlate negli animali sono l’inalazione e il contatto diretto con i residui ambientali, poiché il fumo passivo possiede un elevata concentrazione di sostanze cancerogene che si depositano sul suolo, sui mobili, sui tessuti e sul pelo degli animali. 

La malattia della pelle più frequente nei cani, esposti al fumo passivo, è la dermatite atopica che causa perdita del pelo, arrossamento, irritazione e prurito generale. 

Un altro aspetto da non sottovalutare è l’ingestione di mozziconi: soprattutto i cani e i cuccioli, attirati dalla saliva umana impregnata nei mozziconi, tendono ad ingerirli.

I rischi del fumo che corrono gli animali sono gli stessi che corriamo noi umani” ci spiega Carla Rocchi, Presidente nazionale ENPALe specie più a rischio sono quelle più deboli, quelle di piccoli dimensioni, o i soggetti anziani o malati: questi corrono gli stessi rischi in proporzione che corrono le persone”.

Esistono statistiche a livello italiano sui danni le fumo negli animali?

“A mia conoscenza no, anche perché è difficile che i veterinari siano attrezzati per rilevare tale tipo di dati. Auspicandosi un’assistenza pubblica veterinaria in futuro, questo sarebbe un compito istituzionale importante da promuovere”.

Quali sono gli accorgimenti da seguire?

“A parte l’ovvio, ovvero smettere di fumare, l’accorgimento è non fumare in stanze piccole con vicino i nostri animali, e prestare attenzione agli animali anziani o con patologie. Tutti gli animali con il naso camuso hanno difficoltà respiratorie per natura e dunque sono particolarmente sensibili al fumo. E comune i danni rilevano per tutte le specie, volatili compresi. Se si fuma bisogna almeno avere l’accortezza di arieggiare gli ambienti”.

Fumo passivo e danni sugli animali

I cani, in genere, sono più esposti al rischio di tumori al naso e ai polmoni, mentre i gatti corrono il rischio di tumori orali,  oltre a patologie respiratorie come irritazioni e infiammazioni seguiti da varie forme di asma, bronchiti croniche e polmoniti. Anche gli occhi vengono colpiti da congiuntiviti e prurito.  

I cani più a rischio sono quelli a muso lungo e quelli di piccola taglia, come Yorkshire e barboncini,  predisposti a malattie cardiache e respiratorie. Attenzione anche alle neoplasie polmonari nei cani a naso breve o schiacciato, quali boxer, buldog e carlini.  

Per comprendere i danni del fumo sugli animali abbiamo intervistato Meir Levy, medico veterinario nazionale dell’ ENPA.

Il mozzicone di sigaretta se ingerito che tipo di problemi comporta per i pets ?          

Il mozzicone di sigaretta è un cumulo di veleni e di sostanze tossiche e, se ingerito, nonostante le dimensioni, può provocare vomito, perdita di saliva, febbre,  sintomi però che non causano una vera e propria intossicazione tale da recarsi da un veterinario. Infatti il mozzicone sarà poi espulso naturalmente .            

Il fumo passivo quali altre patologie comporta ?        

Dipende dall’intensità e da quanto grande sia l’ambiente che circonda l’animale , che comunque si allontanerebbe sempre dal fumo in quanto sgradevole. Può provocare irritazioni agli occhi e secchezza, alla mucosa nasale e orale, con conseguenti rinite e tracheite. Il fumo passivo intenso viene subito dai nostri amici portando anche a vere e proprie bronchiti , soprattutto se parliamo di cuccioli o animali di piccole dimensioni.             

Cosa consiglia ai proprietari fumatori di animali domestici?             

Naturalmente quello di smettere di fumare, almeno provarci, e se proprio si deve, di farlo vicino alla finestra e arieggiare sempre la casa, poiché i residui e le sostanze tossiche rimangono attaccate a mobili, oggetti divani ecc….             

Consigli su come proteggere i nostri amici

Sarebbe meglio evitare di fumare in presenza di fido e svuotare sempre tutti i posacenere, arieggiare spesso gli ambienti e lavarsi sempre le mani dopo aver fumato.

Ricordiamoci, infine, che il fumo fa male a noi ma, come abbiamo visto, anche ai nostri migliori amici e la decisione di smettere di fumare diventa un atto d’amore personale e soprattutto nei confronti dei nostri pets.

Gabriella Finocchiaro, giornalista siciliana impegnata da anni nelle più importanti emittenti televisive della Sicilia è la nuova redattrice del sito LIAF. Appassionata di sport, soprattutto di pallavolo e calcio, è stata consulente anche per amministrazioni locali e provinciali e portavoce di sindaci e presidenti. Microfono e telecamera in mano, Gabriella è il volto della cronaca e della politica regionale. Il suo primo amore è stato la radio, lo strumento che le ha consentito di entrare a far parte del mondo giornalistico. Ama il teatro, il cinema, la musica, gli animali e soprattutto la vita! Gabriella crede tantissimo nelle possibilità offerte dalla comunicazione sociale e dalla diffusione di messaggi positivi a tutela degli altri. Oggi si scommette in una nuova avventura con LIAF che trova già entusiasmante!

3,281FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua casella di posta una selezione settimanale delle migliori notizie

Adesso sei iscritto alla nostra newsletter!