13 C
Catania
mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Iniziative Giovanni Li Volti presenta il CoEHAR alla Scuola Superiore di Catania

Giovanni Li Volti presenta il CoEHAR alla Scuola Superiore di Catania

All’interno di “pillole di ricerca” aula virtuale dell’Università degli Studi di Catania, Giovedì 28 maggio 2020 ore 18:00, il prof. Giovanni Li Volti, direttore del CoEHAR e delegato del Rettore all’ambito bio-medico della ricerca, presenterà il CoEHAR agli studenti della Scuola Superiore di Catania.

Il Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo, lavora insieme ad un team di scienziati provenienti da tutto il mondo per studiare gli effetti e i danni da malattie fumo correlate e in particolare per identificare le strategie più efficaci e più innovative per combattere il fumo con la scienza.

L’innovazione scientifica e tecnologica aiuta a valutare e promuovere soluzioni efficaci e meno dannose dovute ai danni di sigaretta.

Ma è soprattutto nell’internazionalizzazione che il CoEHAR trova le basi per lo sviluppo delle sue ricerche, la possibilità di condividere la conoscenza e le progressioni scientifiche con più di 40 Paesi del mondo, consente al team di ricerca del CoEHAR di creare opportunità concrete per il futuro delle eccellenze siciliane.

Per seguire la presentazione del prof. Giovanni Li Volti è necessario collegarsi alla piattaforma di Microsoft Teams – codice: lwsguim

Scuola Superiore di Catania: http://www.scuolasuperiorecatania.it/

3,265FansLike
208FollowersFollow
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Ultimi articoli

Catania Conversation: il CoEHAR promuove una Master Class online

Catania Conversation CC è il nuovo progetto portato avanti dal Centre of Excellence for the acceleration of Harm Reduction (CoEHAR).

Giovanni Li Volti presenta il CoEHAR alla Scuola Superiore di Catania

Giovedì 28 maggio 2020, ore 18:00, il prof. Giovanni Li Volti direttore del CoEHAR, presenterà il CoEHAR alla Scuola Superiore di Catania.

Immunità di Gregge: non facile da raggiungere per uno studio francese

Una nuova ricerca condotta su allievi, insegnanti e staff di una scuola superiore in Francia ha preso in esame i casi di infezione da coronavirus e conseguente quadro clinico da COVID-19, per chiarire le tempistiche necessarie per poter parlare di immunità di gregge

La conseguenza del lockdown in Francia? Più sigarette per i fumatori

Secondo uno studio rilasciato dalla Sanità Pubblica francese (Santé publique France), il 27% dei fumatori ha aumentato il numero di sigarette fumate ogni giorno