25.6 C
Catania
lunedì, Settembre 28, 2020
Home News Veritas Cohort: lo studio sull'utilizzo delle ecig che valuta anche Messico e...

Veritas Cohort: lo studio sull’utilizzo delle ecig che valuta anche Messico e Costa Rica

Veritas Cohort sta cercando già da diversi mesi svapatori con un breve passato da fumatori o che non abbiano mai fumato per un’indagine relativa agli effetti sulla salute.

L’obiettivo della ricerca è anche quello di raccogliere informazioni nelle varie aree di studio selezionate. Tra queste, in prima linea, anche i paesi come Costa Rica, Messico, Portogallo e Spagna.

I siti di studio previsti sono:

  • Canada (zona Toronto)
  • Costa Rica
  • Estonia
  • Germania (Bayern / Monaco)
  • Grecia (Atene)
  • Ungheria (Budapest)
  • Irlanda (Dublino)
  • Italia (Catania, Milano e Torino)
  • Messico (Città del Messico)
  • Nuova Zelanda (Auckland)
  • Polonia (diversi luoghi)
  • Portogallo (zona metropolitana di Lisbona)
  • Regno Unito (diverse luoghi)
  • Stati Uniti (diverse luoghi)
  • Spagna (zona Madrid)

Lo studio è condotto dallo scienziato Riccardo Polosa, fondatore del CoEHAR, ed è coordinato da Carl Phillips, esperto di riduzione del danno che da diversi anni supporta le comunità dello svapo lottando per il diritto alla salute dei fumatori che vogliono smettere.

La ricerca di Veritas Cohort è rivolta a tutti i non fumatori che usano la sigaretta elettronica abitualmente e che hanno fumato pochissime sigarette nel corso della loro vita. Durante il corso dei sei anni (durata prevista per lo studio), i soggetti di ricerca saranno invitati a sottoporsi a esami medici annuali (gratuiti) che includeranno test di funzionalità polmonare e TAC.

Per sapere se puoi partecipare scopri l’area di ricerca a te più vicina e compila direttamente il questionario.

Per tutti gli aggiornamenti, invece, chiedi agli ambassador di riferimento di ogni paese e continua a seguire Veritas Cohort sui canali ufficiali di Facebook, Instagram e Twitter.

3,278FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

GTFN 2020: sostenibilità e innovazione sono fondamentali per il futuro della riduzione del danno da tabacco

Quali sono le migliori pratiche che l'industria del tabacco dovrebbe seguire per realizzare un cambiamento sostenibile attraverso l'innovazione e la regolamentazione? Questa è stata la domanda su cui si è concentrato il Global Tobacco and Nicotine Forum di quest'anno, GTFN 2020. Le risposte sono state presentate da esperti di aziende innovative del settore, organizzazioni non governative, mondo accademico e governi.

WHO FRAMEWORK CONVENTION ON TOBACCO CONTROL: 15 anni dall’entrata in vigore della Convenzione

15 anni dall’entrata in vigore della convenzione quadro sul controllo del tabacco, due sessioni di esperti internazionali con accademici, ricercatori e presidi di ONG affronteranno le questioni chiave e le sfide che i responsabili politici devono affrontare per ottenere un'attuazione più efficace ed equa a livello globale.

Ecigs: in Italia è boom di vendite

Diversi, infatti, i trend positivi registrati, tanto che il boom di vendite ha fatto sì che l’Italia si classificasse al quinto posto tra i paesi che più utilizzano le sigarette elettroniche.

Le 15 più grandi aziende di tabacco non progrediscono nella riduzione del danno

New York, 23 Settembre 2020 - Tobacco Transformation Index, è l'indice che rileva come la maggior parte delle 15 maggiori aziende produttrici...