18.1 C
Catania
lunedì, Giugno 1, 2020
Home News Settembre il mese giusto per smettere

Settembre il mese giusto per smettere

Tutti i periodi dell’anno sono buoni per smettere di fumare ma il mese di settembre è ancora più propizio per cercare di raggiungere questo obiettivo. A spiegarci in perché nel video che oggi vi proponiamo è il Prof. Pasquale Caponnetto, coordinatore del CPCT Centro Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico “Vittorio Emanuele di Catania”.

Quali sono i periodi migliori per smettere di fumare è perché settembre è considerato il mese più vantaggioso?

Generalmente i periodi di relax sono quelli prediletti. La motivazione coincide spesso con un bisogno di cambiamento.

Dopo l’estate, ad esempio, inizia il cosiddetto periodo dei buoni propositi, si è più propensi ad intraprendere un percorso importante per la nostra vita sia fisicamente che psicologicamente.

Anche l’inizio di Gennaio è un momento altrettanto positivo per trovare la spinta in più e intraprendere un vero percorso di smoking cessation.

Quali sono gli strumenti più utilizzati per smettere di fumare e quali quelli meno dannosi?          

Tutti i trattamenti per smettere di fumare sono per definizione pro-salute, l’unico strumento che, con certezza, risulta essere dannosa è la sigaretta convenzionale. Secondo la nostra esperienza al Centro antifumo del Policlinico di Catania, la strada più efficace è l’utilizzo di prodotti alternativi abbinati ad una consulenza specifica in smoking cessation. La possibilità di essere seguiti in un percorso per uscire dal tabagismo rende più facile il raggiungimento dell’obiettivo di salute finale.

Come si fa ad accedere ai programmi del CoEHAR?                        

Basta telefonare di persona, e non su indicazioni di amici e parenti, al numero 095-3781537. La segreteria è attiva 24 ore su 24 e una volta registrati i dati i nostri ricercatori vi contatteranno.

Oltre le normali visite di routine, oggi è possibile anche partecipare a progetti di ricerca gratuiti condotti dal CoEHAR, il Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo. Far parte di questi programmi consente un approccio personalizzato e specifico per ogni tipologia di esigenza.

Come si fa a smettere di fumare?

Qualche mese fa da queste pagine abbiamo lanciato l’elenco dei 10 consigli utili a smettere di fumare.

Il primo resta di certo la volontà! La capacità di essere determinati a smettere. Poi sono necessari percorsi specializzati di counselling e infine la scelta di strumenti meno dannosi come le sigarette elettroniche. Tre strumenti che, se abbinati, rappresentano il trio perfetto per vincere.

Gabriella Finocchiaro
Gabriella Finocchiaro, giornalista siciliana impegnata da anni nelle più importanti emittenti televisive della Sicilia è la nuova redattrice del sito LIAF. Appassionata di sport, soprattutto di pallavolo e calcio, è stata consulente anche per amministrazioni locali e provinciali e portavoce di sindaci e presidenti. Microfono e telecamera in mano, Gabriella è il volto della cronaca e della politica regionale. Il suo primo amore è stato la radio, lo strumento che le ha consentito di entrare a far parte del mondo giornalistico. Ama il teatro, il cinema, la musica, gli animali e soprattutto la vita! Gabriella crede tantissimo nelle possibilità offerte dalla comunicazione sociale e dalla diffusione di messaggi positivi a tutela degli altri. Oggi si scommette in una nuova avventura con LIAF che trova già entusiasmante!
3,265FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Liberarsi dal fumo è possibile? Il seminario online di LIAF ci spiega come

L’evento, organizzato in partnership con il COEHAR, Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università degli Studi di Catania, ha visto il coinvolgimento di medici, scienziati, psicologisti e giornalisti, che, attraverso dimostrazioni pratiche e teoriche, hanno promossola cultura antifumo da diverse angolazioni.

ANAFE CONFINDUSTRIA LANCIA IL SUO MANIFESTO

Roma, 28 maggio. 2020. Rischio ridotto, tutela dei minori, contrasto alla vendita illecita di liquidi da inalazione, difesa della filiera del fumo elettronico e tutela dell’ambiente. Questi i temi principali contenuti nel Manifesto lanciato da ANAFE, l’Associazione Nazionale Produttori Fumo Elettronico aderente a Confindustria, in occasione del World No Tobacco Day 2020, che si terrà domenica 31 maggio.

La Giornata Mondiale dello Svapo si celebra il 30 maggio 2020

L’ANPVU insieme alle Associazioni Internazionali di Consumatori di prodotti per la riduzione del danno da fumo (THR), ha proclamato il 30 maggio come Giornata Mondiale dello Svapo. Il giorno scelto per celebrare il World Vaping Day non è casuale in quanto cade un giorno prima del World No Tobacco Day proclamato dall'OMS.

Catania Conversation: il CoEHAR promuove una Master Class online

Catania Conversation CC è il nuovo progetto portato avanti dal Centre of Excellence for the acceleration of Harm Reduction (CoEHAR).