17.9 C
Catania
lunedì, Ottobre 25, 2021
HomeNewsSHARPER 2021: Catania capitale mondiale della ricerca antifumo

SHARPER 2021: Catania capitale mondiale della ricerca antifumo

SHARPER (SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience), è l’obiettivo dei sette progetti sostenuti dalla Commissione Europea e coordinato dalla società Psiquadro che ha l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nella scoperta del mestiere di ricercatore e del ruolo che i ricercatori hanno nel costruire il futuro della società attraverso l’indagine. A coordinare l’edizione catanese della ERN anche per quest’edizione è l’Università di Catania che insieme con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, è stato presente con diversi Istituti dell’Ateneo e con vari enti legate ad UniCT. Un evento in cui ricerca, scienza, tecnologia e intrattenimento hanno costituito l’occasione per dialogare, emozionarsi e divertirsi con i ricercatori e scoprire la passione che li anima.

L’evento che si è svolto a Catania ha segnato il tanto atteso ritorno degli eventi dal vivo, Piazza Università è stata ancora una volta il cuore della manifestazione, con stand, mostre e seminari, anche Palazzo Platamone messo a disposizione dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania ha ospitato stand ma anche momenti di spettacolo, sempre all’insegna della scienza e della ricerca.

Ancora una volta il CoEHAR – Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università degli Studi di Catania e la LIAF Lega Italiana Anti Fumo sono stati tra i protagonisti dell’evento.

L’intervista della giornalista Valeria Nicolosi a Giovanni Li Volti, Massimo Caruso e Pasquale Caponnetto, figure di riferimento del centro catanese, ha fatto luce sulle frontiere della ricerca antifumo in Italia e nel mondo.

Lo stesso Caponnetto che ha condotto un mini talk dal titolo “Harm Reduction: dalla dipendenza verso l’indipendenza”, ha spiegato quali sono gli strumenti più efficaci per smettere di fumare secondo gli studi più recenti ed esposto i progetti di internazionalizzazione che il CoEHAR sta conducendo insieme ad altri 100 ricercatori nel mondo.

I ricercatori del CoEHAR presenti presso il Cortile Platamone hanno approfittato dell’evento catanese per invitare tutti i fumatori del territorio etneo a partecipare ai progetti del Centro di Ricerca che aiutano a smettere di fumare definitivamente.

Se vuoi smettere anche tu, invia email a: info@liafonlus.org

Martina Rapisarda ha conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne e la Laurea Magistrale in Comunicazione della Cultura e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Catania. Ama il cinema, le serie tv e il teatro. Ha fatto parte dell’associazione culturale “Leggo”. Ha lavorato presso il Centro CInAP dell’Università degli Studi di Catania, curandone la comunicazione, i social media e l’organizzazione degli eventi in ambito universitario. L’interesse per la scrittura, e per i temi che riguardano la salute prima di tutto, l’ha portata a collaborare con Liaf dopo un percorso di successo che si è concluso con l’abbandono definitivo della sigaretta convenzionale. Il suo ruolo all’interno del team è quello di copywriter.

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua casella di posta una selezione settimanale delle migliori notizie

Adesso sei iscritto alla nostra newsletter!