15.1 C
Catania
sabato, Novembre 28, 2020
Home Comunicati stampa Da domani le nuove norme antifumo. Il presidente Proietti: “Si ai divieti,...

Da domani le nuove norme antifumo. Il presidente Proietti: “Si ai divieti, ma chi controllerà?”

CATANIA 01/02/2016 – Ci siamo quasi. Da domani, martedì 2 febbraio, entreranno in vigore le nuove norme previste dal decreto legislativo tabacchi che recepisce la direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo e introduce norme più severe per i fumatori di sigarette convenzionali. Ma non solo.

foto-proietti
Prof.ssa Lidia Proietti, presidente LIAF

Tra i tanti provvedimenti, alcuni meritano maggior attenzione di altri: “L’intenzione è buona ma qualche riflessione va fatta. Tutti questi provvedimenti lasciano intravedere un ritrovato e particolare interesse per le politiche antifumo ma se è vero che contribuiscono ad attaccare il ruolo sociale del fumo, è indispensabile istituire commissioni di vigilanza e verificare immediatamente la validità dei controlli per capire anche chi saranno i nuovi vigili antifumo e come opereranno” – ha detto la prof.ssa Lidia Proietti, presidente della Lega Italiana Anti Fumo, commentando le novità introdotte.

Il decreto, ad esempio, prevede il divieto di vendere pacchetti di sigarette da 10 ma si tratta di “un provvedimento che lascia trasparire una totale mancanza di valutazioni scientifiche perché – ha spiegato – vietare la vendita dei pacchetti di sigarette da 10 non aiuterà di certo i fumatori che vogliono smettere. Passare da 20 sigarette al giorno, alla metà (con il pacco da 10) è una delle prime azioni consigliate per alcuni pazienti nella fase di smoking cessation proprio per rendere più efficace il percorso di uscita dal tabagismo”.

Schermata 2016-01-29 alle 09.49.54Per quanto riguarda i limiti alla pubblicità per le sigarette elettroniche: Queste misure – ha invece commentato il prof. Riccardo Polosa, responsabile scientifico LIAF e da oggi presidente di un gruppo di lavoro del Comitato Europeo di Normazione – non sembrano, a nostro avviso, tenere conto del ruolo importante che le sigarette elettroniche hanno assunto scientificamente come alternativa valida ed efficace per smettere definitivamente di fumare”.

 

 

3,274FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Fumo e pandemia: come combattere l’abitudine?

Mentre la seconda ondata di infezione da Covid-19 colpisce il mondo e un nuovo lockdown è in vista, aumentano anche le tensioni psicologiche sulle persone. Cosa abbiamo imparato dalla pandemia da un punto di vista psicologico?

VAPING: Lo studio che dimostra come l’esperienza sensoriale aiuta a smettere di fumare

Il vaping vince dove le terapie ufficiali hanno fallito. Ma qual è il segreto del suo successo? Questo si sono chiesti i ricercatori DiPiazza, Caponnetto, Askin, Christos, Maglia, Gautam, Roche e Polosa. Il frutto di tale ricerca è stato appena pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Harm Reduction Journal.

Gerry Stimson: a che punto è la riduzione del danno da fumo?

Diversi gli scienziati e i medici che da allora, dedicano la propria carriera alle persone che fanno uso di eroina e altre sostanze stupefacenti. “Grazie alla mia esperienza, mi sono ritrovato a sviluppare e valutare l'approccio alla riduzione del danno, prima ancora che fosse conosciuto come tale nel Regno Unito. Il mio lavoro si è sempre concentrato sulle persone che si iniettavano droghe e rischiavano di contrarre l'infezione da HIV”, racconta Gerry Stimson, scienziato e docente inglese.

Nuova Zelanda: grazie allo svapo è in calo la vendita di sigarette

Dopo aver analizzato i rendimenti delle aziende produttrici di tabacco, l'ente End Smoking NZ ha dichiarato che lo scorso anno sono state vendute 410 milioni di sigarette in meno rispetto a due anni fa, sottolineando quanto sia importante incoraggiare i fumatori a passare ad alternative più sicure.