28.6 C
Catania
martedì, Agosto 4, 2020
Home Comunicati stampa Polosa sulla nuova dichiarazione di PHE: "Bisogna comunicare le evidenze scientifiche"

Polosa sulla nuova dichiarazione di PHE: “Bisogna comunicare le evidenze scientifiche”

Il prof. Riccardo Polosa, responsabile scientifico della LIAF e scienziato più autorevole al mondo nel campo della ricerca applicata sulla sigaretta elettronica, commenta oggi la dichiarazione congiunta di Public Health England e delle altre organizzazioni di sanità pubblica del Regno Unito sul numero di fumatori e svapatori e sulle nuove politiche di controllo del tabacco.
Nel Regno Unito si continua a registrare una continua e progressiva riduzione del numero di tabagisti a fronte di un corrispondente aumento del numero di vapagisti – ha detto Polosa – sulla scia di questo grande successo per la salute pubblica del paese del Brexit, torna a farsi sentire la più importante autorità governativa per la sanità anglosassone. Public Health England (PHE) ribadisce con forza la sua posizione sulla straordinaria opportunità che le sigarette elettroniche possono rappresentare per milioni di fumatori che si vogliono affrancare dal fumo di sigaretta una volta per tutte. Il vapore elettronico è 20-25 volte meno dannoso del fumo di tabacco, con un rischio residuo che è destinato a ridursi ulteriormente per via dell’innovazione tecnologica e dell’introduzione di specifici standard di qualità e sicurezza. L’autorità sanitaria inglese, inoltre – ha aggiunto lo scienziato catanese – esorta a comunicare queste evidenze con chiarezza e senza indugi al fine di incoraggiare quanti più fumatori ad abbracciare il vapagismo quale porta di uscita dal tabagismo, ma pone l ‘accento sulla importanza di continuare un monitoraggio attento del numero di fumatori e svapatori e di delineare con metodologie scientificamente comprovate eventuali danni a organi e sistemi del corpo umano nel lungo termine“.

1 Commento

Comments are closed.

3,265FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Fumare per alleviare lo stress, ma la tua salute sessuale è a rischio

Secondo le stime, le patologie non trasmissibili quali malattie cardiovascolari, metaboliche oncologiche e respiratorie causano oltre 15 milioni di morti. Per tali patologie, uno dei fattori di rischio più diffusi è il fumo, che nei soggetti maschili è una dipendenza associata a disfunzioni erettili e parametri spermatici alterat

La confusione globale dell’impatto della nicotina sulla salute rende vani gli sforzi per smettere di fumare

La confusione globale dell’impatto della nicotina sulla salute rende vani gli sforzi per smettere di fumare. Un nuovo studio ha analizzato le percezioni di oltre 55.000 consumatori di nicotina in sette paesi diversi.

San Raffaele di Milano: fra i malati di Covid-19 ci sono pochi fumatori

Le continue ricerche dei medici del San Raffaele di Milano confermano che il Sars-cov2 colpisca con meno frequenza i fumatori.

SAI DAVVERO COS’È LA RIDUZIONE DEL DANNO DA TABACCO?

Nell'ultimo decennio, i dispositivi a basso rischio per sostenere i programmi di riduzione del danno da tabacco hanno sollevato sia opinioni positive sull'efficacia di questi prodotti sia reazioni fortemente contrarie.