17.9 C
Catania
lunedì, Ottobre 25, 2021
HomeNewsOlanda: Lidl gioca d'anticipo ed elimina il tabacco

Olanda: Lidl gioca d’anticipo ed elimina il tabacco

Giocare d’anticipo ed eliminare le sigarette dagli scaffali si può ed è quello che qualche giorno fa ha fatto l’azienda tedesca Lidl, il grande colosso della distribuzione alimentare.

Diversamente dall’Italia, in Olanda è consentita la vendita di prodotti a base di tabacco anche all’interno dei negozi di alimentari, motivo per cui il governo dell’Aia sta cercando di vendere tabacco sempre in meno posti. Da diversi anni, ormai, l’obiettivo del governo olandese è quello di eliminare quello che è uno dei principali canali di approvvigionamento per il fumatore, inserendosi nel più ampio programma di contrasto al fenomeno della dipendenza dal tabagismo.

Procedendo verso questa direzione, i distributori di alimentari olandesi non saranno gli unici ad attuare queste restrizioni, infatti nel 2022 saranno vietati anche i distributori di sigarette e si proseguirà nel 2023 con il vietare pure le vendite di tabacco online. La vendita di sigarette sarà consentita solo nei negozi specializzati.

Una scelta etica importante quella dell’azienda tedesca. La scelta, proveniente dalla predisposizione dello stato olandese a fare smettere di fumare ed eliminare del tutto il fumo, è un grande passo che avrà effetti a livello nazionale e internazionale.

Secondo Tobacco Atlas si stima che in Olanda vi sia ancora una percentuale del 17% di cittadini che sono dipendenti dal tabacco, ma da quanto afferma il Segretario di Stato olandese Paul Blokhuis, si auspica che “questa importante scelta etica possa essere seguita anche dalle altre grandi distributori di alimentari”.

Martina Rapisarda ha conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne e la Laurea Magistrale in Comunicazione della Cultura e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Catania. Ama il cinema, le serie tv e il teatro. Ha fatto parte dell’associazione culturale “Leggo”. Ha lavorato presso il Centro CInAP dell’Università degli Studi di Catania, curandone la comunicazione, i social media e l’organizzazione degli eventi in ambito universitario. L’interesse per la scrittura, e per i temi che riguardano la salute prima di tutto, l’ha portata a collaborare con Liaf dopo un percorso di successo che si è concluso con l’abbandono definitivo della sigaretta convenzionale. Il suo ruolo all’interno del team è quello di copywriter.

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua casella di posta una selezione settimanale delle migliori notizie

Adesso sei iscritto alla nostra newsletter!