28.2 C
Catania
domenica, Luglio 5, 2020
Home Comunicati stampa Una serata di intrattenimento per i diabetici che hanno detto "Stop" al...

Una serata di intrattenimento per i diabetici che hanno detto “Stop” al fumo

Il prof. Riccardo Polosa, coordinatore del Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, incontrerà Giovedì 25 Gennaio alle ore 19 al Plaza Hotel di Catania il gruppo di pazienti diabetici che ha partecipato al progetto di studio dell’Università degli Studi di Catania volto a far smettere di fumare.

Il programma della serata prevede un cocktail party di benvenuto ed uno spettacolo di intrattenimento a cura del noto gruppo brasiliano: CASA Do SAMBA

Prendendo spunto dalla nuova campagna antifumo realizzata dal Ministero della Salute con la collaborazione dell’attore Nino Frassica, la festa di chiusura del progetto porta il titolo: “Come in una favola“.

Come in una favola, infatti, nella serata catanese del 25 Gennaio si festeggeranno i pazienti diabetici che hanno davvero smesso di fumare grazie ai consigli dei ricercatori del Centro per la Prevenzione al Fumo del Policlinico. Come in un sogno che si realizza, i pazienti hanno migliorato la loro salute e quella delle persone a loro vicine.

L’evento serale – promosso dall’Università degli Studi di Catania, in collaborazione con la Lega Italiana Anti Fumo – vedrà la partecipazione dei medici della struttura ospedaliera, dei ricercatori dell’ateneo catanese e dei numerosi pazienti che hanno partecipato ai progetti di ricerca. L’obiettivo è condividere i risultati ottenuti e presentare le nuove attività nella lotta contro il fumo.

 

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

3,268FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Storie di ex fumatori: il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo

Il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo, per la rubrica Storie di Ex Fumatori, della nostra giornalista Gabriella Finocchiaro.

Fumo e COVID19: i fumatori ospedalizzati sono molto meno del previsto ma hanno già una malattia più grave

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista "Therapeutic Advances in Chronic Disease" fornisce importanti informazioni sulla questione legata al fumo e al COVID-19. Il numero di fumatori affetto da COVID-19 e che richiede il ricovero in ospedale è di gran lunga inferiore al previsto in base ai tassi di fumo della popolazione. I pochissimi fumatori che alla fine sono ricoverati in ospedale hanno maggiori probabilità di malattie gravi ed esiti negativi

Estate: una buona stagione per smettere di fumare

In quest’ottica positiva si è propensi a prendere decisioni importanti, come quella di smettere di fumare. L’estate infatti è la stagione adatta perché si è più freschi, più caparbi, si adotta un regime alimentare più sano e si comincia a fare attività fisica, due fattori che si sposano perfettamente con la scelta di dire addio alle sigarette.

Fumatori, ex fumatori, non fumatori e svapatori durante il lockdown: un questionario del COEHAR ci racconta le loro abitudini

I risultati di un questionario condotto dai ricercatori del CoEHAR su quasi 2000 utenti residenti su tutto il territorio italiano hanno evidenziato una lieve diminuzione nel numero di sigarette fumate dagli italiani durante il lockdown e un aumento delle scorte di sigarette e di liquidi per e-cig da tenere in casa.