30.1 C
Catania
sabato, Luglio 11, 2020
Home News Praga: le e-cig utili per combattere la voglia irrefrenabile di fumare

Praga: le e-cig utili per combattere la voglia irrefrenabile di fumare

Presentato a Praga lo studio dell’Università degli Studi di Catania sugli effetti positivi della sigaretta elettronica per contrastare la voglia forte ed irrefrenabile di fumare la sigaretta convenzionale (il meglio noto effetto “craving”).

Si è tenuto, infatti, la scorsa settimana, dall’8 al 10 Settembre, a Praga il Congresso annuale della SRNT Society for Research on Nicotine and Tobacco Europe Chapter che riunisce esperti di tutto il mondo per conoscere ed implementare la ricerca e le politiche di controllo sul tabacco.

Tema centrale per l’edizione del 2016 del Congresso europeo sono state appunto “le evidenze scientifiche di qualità” e la ricerca del modo migliore per rendere “pratiche” e “applicate”.

A rappresentare l’ateneo catanese c’è stato uno dei ricercatori più noti della Lega Italiana Anti Fumo, il prof. Pasquale Caponnetto, che ha illustrato alla platea di scienziati provenienti da tutto il mondo i risultati di uno degli ultimi studi condotti all’interno del Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, da lui stesso coordinato.

Prof. Pasquale Caponnetto – Università degli Studi di Catania

“Il desiderio è un elemento centrale della dipendenza da tabacco – ha spiegato Caponnetto – e i sintomi di astinenza da nicotina sono noti per essere uno dei motivi più importanti che portano il fumatore a tornare alla bionda. Combattere questi sintomi è uno dei passi più significati da compiere per la ricerca di cure alternative ed efficaci al tabagismo”.

Nello studio condotto dai ricercatori catanesi, sono stati reclutati circa 300 pazienti fumatori che hanno iniziato a smettere di fumare grazie all’utilizzo di sigaretta elettronica.

Nell’arco di 12 settimane, questo il tempo di valutazione del campione, l’uso dell’elettronica contenente nicotina ha ridotto significativamente l’intensità del desiderio di fumare, alleviando i sintomi da craving tipici dei pazienti che stanno cercando di smettere. 

 

3,266FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

FDA: le IQOS (dispositivi che non bruciano) sono a rischio modificato

Secondo le nuove linee guida, l'IQOS è un “modified-risk tobacco product application” – MRTPA, ovvero un "dispositivo a rischio modificato". Ciò significa che può essere commercializzato come un prodotto che non danneggia come le sigarette convenzionali avendo, come dimostrato da diversi studi, delle caratteristiche diverse.

Sigaretta ed ecig: qualche differenza nella dipendenza per i vapers?

Uno studio americano ha analizzato i dati provenienti dal PATH (Population Assessment of Tobacco and Health) nel periodo tra il 2013 e il 2016 e ha rilevato che l'utilizzo di ecig è associato a livelli di dipendenza da nicotina più bassi rispetto al fumo della sigaretta convenzionale

Storie di ex fumatori: il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo

Il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo, per la rubrica Storie di Ex Fumatori, della nostra giornalista Gabriella Finocchiaro.

Fumo e COVID19: i fumatori ospedalizzati sono molto meno del previsto ma hanno già una malattia più grave

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista "Therapeutic Advances in Chronic Disease" fornisce importanti informazioni sulla questione legata al fumo e al COVID-19. Il numero di fumatori affetto da COVID-19 e che richiede il ricovero in ospedale è di gran lunga inferiore al previsto in base ai tassi di fumo della popolazione. I pochissimi fumatori che alla fine sono ricoverati in ospedale hanno maggiori probabilità di malattie gravi ed esiti negativi