25.1 C
Catania
domenica, Luglio 5, 2020
Home Iniziative Polosa: nuove collaborazione con l'Università di Bucarest

Polosa: nuove collaborazione con l’Università di Bucarest

Il prof. Riccardo Polosa in Romania per avviare le collaborazioni tra l’Università degli Studi di Catania e quella rumena.

Di seguito il commento del direttore del CoEHAR rilasciato alla stampa rumena:

“Ho accolto con entusiasmo l’invito del Rettore dell’Università Titu Maiorescu di Bucarest per sviluppare un programma di #ricerca comune incentrato sulla #riduzione del danno da #fumo di #sigaretta. A tal proposito, il Coehar Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo, di cui sono direttore, avvierà rapporti di collaborazione con l’ateneo della capitale rumena per progetti di valutazione scientifica e salutare da diffondere in ambito internazionale. Il primo di questi riguarda la valutazione della salute dentale in coloro che si sdoganano dal tabagismo per passare al vapagismo. Nel corso della mia breve visita a Bucarest, inoltre, ho avuto anche il piacere e l’onore di illustrare ai membri del parlamento rumeno le concrete opportunità di salute pubblica che si prospettano con la diffusione massiccia di questi nuovi prodotti combustion-free. Sebbene la Romania sia uno dei Paesi europei che ha approvato più in ritardo rispetto agli altri i divieti sul fumo, oggi i membri del governo hanno accolto con interesse le mie osservazioni sulla possibilità di utilizzare strumenti alternativi per limitare i danni da fumo e ridurre la prevalenza del tabagismo tra la popolazione Romena”.

 

3,268FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Storie di ex fumatori: il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo

Il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo, per la rubrica Storie di Ex Fumatori, della nostra giornalista Gabriella Finocchiaro.

Fumo e COVID19: i fumatori ospedalizzati sono molto meno del previsto ma hanno già una malattia più grave

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista "Therapeutic Advances in Chronic Disease" fornisce importanti informazioni sulla questione legata al fumo e al COVID-19. Il numero di fumatori affetto da COVID-19 e che richiede il ricovero in ospedale è di gran lunga inferiore al previsto in base ai tassi di fumo della popolazione. I pochissimi fumatori che alla fine sono ricoverati in ospedale hanno maggiori probabilità di malattie gravi ed esiti negativi

Estate: una buona stagione per smettere di fumare

In quest’ottica positiva si è propensi a prendere decisioni importanti, come quella di smettere di fumare. L’estate infatti è la stagione adatta perché si è più freschi, più caparbi, si adotta un regime alimentare più sano e si comincia a fare attività fisica, due fattori che si sposano perfettamente con la scelta di dire addio alle sigarette.

Fumatori, ex fumatori, non fumatori e svapatori durante il lockdown: un questionario del COEHAR ci racconta le loro abitudini

I risultati di un questionario condotto dai ricercatori del CoEHAR su quasi 2000 utenti residenti su tutto il territorio italiano hanno evidenziato una lieve diminuzione nel numero di sigarette fumate dagli italiani durante il lockdown e un aumento delle scorte di sigarette e di liquidi per e-cig da tenere in casa.