23.7 C
Catania
sabato, Luglio 11, 2020
Home Iniziative Liberati dal fumo. Seminario di promozione per la salute

Liberati dal fumo. Seminario di promozione per la salute

ISCRIVITI AL WEBINAR DI LIAF

Nonostante il Covid-19, attraverso un webinar online, parte il progetto “Liberati dal Fumo. Seminario di promozione per la salute”, organizzato da Liaf Lega Italiana Anti Fumo in collaborazione con il CoEHAR Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università degli Studi di Catania, rivolgendosi a un pubblico di fumatori e non, per promuovere la cultura anti fumo e le numerose alternative per la riduzione del danno da tabacco.

L’appuntamento è previsto per martedì 26 maggio, dalle 10:00 alle 12:00, comodamente da casa con un panel scientifico di esperti LIAF e CoEHAR (medici, scienziati, psicologi, giornalisti ed esperti di promozione sociale).

Durante l’incontro online verranno esposti i rischi per la salute ai quali si può andare incontro a causa dell’abitudine al fumo di sigaretta, e saranno descritte le principali metodologie di smoking cessation e l’approccio clinico adottato nel Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania diretto dal Prof. Riccardo Polosa.

Scopo della sessione educativa e informativa, soprattutto in un periodo come questo, è quello di sensibilizzare famiglie, promotori di salute, docenti, scienziati, associazioni e professionisti del settore.

Il programma del webinar prevede i saluti iniziali del dott. Ezio Campagna (presidente LIAF), l’introduzione a cura del prof. Riccardo Polosa che illustrerà le nuove frontiere della ricerca sulla riduzione del danno da fumo insieme alla giornalista Elisa Monacorda. Seguiranno gli interventi del prof. Pasquale Caponnetto   e della dott.ssa Marilena Maglia che elencheranno i 10 metodi più efficaci per smettere di fumare. L’esperimento pratico in diretta streaming del dott. Carlo Maria Bellanca stupirà i giovani in collegamento ed, infine, le presentazioni del prof. Giovanni Li Volti , del prof. Sebastiano Battiato, del prof. Massimo Caruso e del dott. Antonio Pacino, si concentreranno sugli strumenti tecnologici per smettere di fumare, sulle nuove frontiere della ricerca di laboratorio, sulla possibilità di usare il cibo come supporto per smettere di fumare e sulle patologie dentali legate all’abitudine al fumo.

Dunque, un interessante webinar che vi consigliamo di non perdere il 26 maggio, con la possibilità di interagire con un comitato tecnico-scientifico a vostra disposizione, il tutto per non sottovalutare i rischi dalle malattie da fumo correlate, prevenzione e indicazioni per smettere di fumare, ricordandovi di aderire anche alla giornata mondiale senza tabacco del 31 maggio.

L’evento “Liberati dal Fumo. Seminario di promozione per la salute” è patrocinato dalla Banca di Credito Cooperativo BBC – La Riscossa di Regalbuto.

Per maggiori informazione sull’evento, visitate il sito di Liaf Magazine

o seguite la pagina Facebook: https://www.facebook.com/liaf.legaitalianaantifumo/

3,266FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

FDA: le IQOS (dispositivi che non bruciano) sono a rischio modificato

Secondo le nuove linee guida, l'IQOS è un “modified-risk tobacco product application” – MRTPA, ovvero un "dispositivo a rischio modificato". Ciò significa che può essere commercializzato come un prodotto che non danneggia come le sigarette convenzionali avendo, come dimostrato da diversi studi, delle caratteristiche diverse.

Sigaretta ed ecig: qualche differenza nella dipendenza per i vapers?

Uno studio americano ha analizzato i dati provenienti dal PATH (Population Assessment of Tobacco and Health) nel periodo tra il 2013 e il 2016 e ha rilevato che l'utilizzo di ecig è associato a livelli di dipendenza da nicotina più bassi rispetto al fumo della sigaretta convenzionale

Storie di ex fumatori: il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo

Il rapporto con il fumo di Salvatore Grillo, per la rubrica Storie di Ex Fumatori, della nostra giornalista Gabriella Finocchiaro.

Fumo e COVID19: i fumatori ospedalizzati sono molto meno del previsto ma hanno già una malattia più grave

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista "Therapeutic Advances in Chronic Disease" fornisce importanti informazioni sulla questione legata al fumo e al COVID-19. Il numero di fumatori affetto da COVID-19 e che richiede il ricovero in ospedale è di gran lunga inferiore al previsto in base ai tassi di fumo della popolazione. I pochissimi fumatori che alla fine sono ricoverati in ospedale hanno maggiori probabilità di malattie gravi ed esiti negativi