17.9 C
Catania
lunedì, Ottobre 25, 2021
HomeNewsISPM 2021: premiati a Taormina i futuri project managers dell’Harm Reduction

ISPM 2021: premiati a Taormina i futuri project managers dell’Harm Reduction

Si è conclusa la seconda edizione di ISPM, la Summer School per Project Managers targata CoEHAR ed ECLAT, con la collaborazione eccezionale di PMI Southern Italy Chapter.

Entusiasmo, competenze e voglia di condividere le proprie esperienze: queste le emozioni più gettonate. La settimana appena trascorsa, infatti, è stata ricca di momenti importanti, dalle lezioni in aula, agli eventi serali: i 30 studenti di ISPM 2021 hanno avuto modo di condividere emozioni e conoscenze in una delle location più prestigiose della Sicilia.

Un’edizione che tutti aspettavano con trepidazione, rimandata a causa del diffondersi della pandemia ed ostacolata dalle regole di protezione dal virus in vigore in tutti i Paesi del mondo. Ma la sfida è stata vinta. Lo sforzo organizzativo senza precedenti, le misure di sicurezza standardizzate e la determinazione degli studenti a voler raggiungere Catania hanno avuto la meglio. La seconda edizione di ISPM a Giardini Naxos è stata un successo.

Sette giorni in aula, tra lezioni e progetti, alternati da momenti di socializzazione e condivisione immersi nelle bellezze e nei sapori di Catania e Taormina.

Tra i 30 vincitori del bando per partecipare ad ISPM 2021, solo 10 studenti non sono riusciti a raggiungere fisicamente l’aeroporto di Catania. Tuttavia, anche per loro ISPM è stata la scuola del “problem solving”.

I ragazzi, infatti, hanno presieduto alle lezioni in remoto per tutto il tempo grazie al supporto di personale tecnico specializzato che ha consentito loro di seguire le varie attività e di interagire con i colleghi simultaneamente.

A sottolineare l’alto livello di competenze messe in campo anche quest’anno, la partnerhsip con il PMI Southern Italy Chapter, convalidata dalla presenza della presidentessa Paola Mosca e degli speaker Edoardo Grimaldi, Paolo Fidelbo e Lorenzo Vetrano.

Tra gli altri speakers inoltre: Rosario Faraci, dell’Università di Catania; Huseyin Kebapci, esperto di proprietà intellettuale e Renèe O’Leary, ricercatrice del CoEHAR.

Alcuni momenti di questa seconda edizione di ISPM

Realizzare un progetto in ambito di salute pubblica era il compito dei cinque gruppi di lavoro, da presentare alla fine della settimana.

Sabato 24 Settembre la commissione di valutazione (presieduta dalla presidentessa di PMI-SIC, Paola Mosca e composta dalla coordinatrice di ISPM, Daniela Saitta; dal direttore del CoEHAR, Giovanni Li Volti; dall’amministratore di ECLAT, Antonio Pacino e dallo speaker Huseyin Kebapci) ha ascoltato le presentazioni dei partecipanti ed è rimasta particolarmente impressionata dalla precisione e dall’approfondimento dei temi trattati.

Ma, come spesso accade, il vincitore può essere solo uno: ad aggiudicarsi il premio con il miglior progetto in termini di chiarezza, pianificazione, fattibilità e valutazione è stato il gruppo “Cups and Sticks”.

La cerimonia conclusiva, svoltasi di fronte ai docenti, ai ragazzi e agli esponenti del CoEHAR e di ECLAT, ha segnato il compimento di un percorso impegnativo, ma stimolante: “Tutti i gruppi hanno dimostrato quanto importante sia mettersi in gioco e condividere esperienze con diversi gradi di formazione. È stata una settimana particolarmente impegnativa, ma nessuno si è tirato indietro e tutti i ragazzi hanno portato a termine il proprio progetto, cimentandosi con contenuti nuovi e diversi. ISPM è ormai una realtà consolidata del settore, sinonimo di competenza e internazionalizzazione” – così ha concluso Daniela Saitta.

I vincitori: il gruppo “Cups and Sticks” con la commissione valutatrice

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua casella di posta una selezione settimanale delle migliori notizie

Adesso sei iscritto alla nostra newsletter!