11.1 C
Catania
sabato, Novembre 28, 2020
Home Iniziative Conferenza SIMG

Conferenza SIMG

Sabato 16 Aprile 2005, si è tenuto a Catania il primo corso di formazione per l’aggiornamento professionale in materia di dipendenza da fumo di sigaretta e disassuefazione dal tabagismo organizzato dalla Società Italiana scientifica di Medicina Generale (SIMG) ed dal presidente della sezione provinciale di Catania, Dott. Melchiorre Fidelbo. Il corso ha visto la partecipazione del Prof. Riccardo Polosa, Presidente della Lega Italiana Anti Fumo (LIAF) nonché responsabile del Centro Antifumo Universitario dell’Ospedale Ascoli-Tomaselli di Catania. Materia di esposizione e dibattito sono stati i fini meccanismi neurofarmacologici e psicocomportamentali che sono alla base della dipendenza da nicotina e  il perché questa dipendenza sia da considerarsi a tutti gli effetti una condizione patologica cronica recidivante vera e propria. “Al pari  di ipertensione, diabete e ipercolesterolemia, problemi sanitari che  necessitano di interventi sanitari ripetuti nel tempo, anche il tabagismo richiede un intervento medico appropriato”, afferma il Prof. Polosa che pone così le basi per una trattazione ragionata sulle varie tipologie di intervento per la disassuefazione da fumo di sigaretta, fornendo una miscellanea di raccomandazioni pratiche basate sulle recenti linee guida di semplice attuazione anche negli ambulatori dei medici di medicina generale. Successivamente ha spiegato le ragioni e le finalità di un servizio di valutazione e gestione multidisciplinare del problema, con particolare riferimento alle molteplici sfaccettature mediche, psicologiche, antropologiche, educative e sociali ad esso correlate.

Altri collaboratori del Centro Antifumo Universitario dell’Ospedale Ascoli-Tomaselli di Catania sono intervenuti apportando il proprio contributo, la Dott.ssa Agata Bonaccorsi che ha spiegato ai partecipanti le strategie e gli strumenti necessari per la realizzazione di un programma antifumo efficace e il Dott. Pasquale Caponnetto, psicologo del Centro, che ha posto l’accento sul legame tra fumo di sigaretta e dipendenza psicologica. Il Dott. Caponnetto ha concluso fornendo informazioni utili riguardanti l’importanza di un programma di  counseling adeguato e di eventuali approcci psicoterapici in ambito di disassuefazione da fumo di sigaretta.

I dott.ri Fidelbo, Valore e Motta, membri della SIMG hanno contribuito allo svolgimento del corso  affrontando l’epidemiologia del tabagismo in Italia, il ruolo del medico di medicina generale nella lotta al fumo di sigaretta e il tema dei meccanismi responsabili della cancerogenesi.

Il pubblico presente in sala ha manifestato grande  interesse dando vita ad  un dibattito conclusivo durato a lungo.  In molti hanno elogiato le importanti iniziative attuate dal Ministro Sirchia per la lotta contro il tabagismo, affermando che tali misure hanno un valore educativo e preventivo soprattutto tra i giovani. D’altra parte si è messo in evidenza come questi provvedimenti legislativi possano esercitare reazioni opposte nei fumatori inveterati che anziché scoraggiarsi per le nuove norme, potrebbero perseverare ulteriormente nel loro vizio come  reazione al divieto,  interpretato come un vera e propria limitazione alla libertà personale.

A conclusione della conferenza il Presidente LIAF ha invitato i partecipanti a sottoscrivere un progetto obiettivo di disassuefazione dal fumo di sigaretta per gli assistiti dei medici di medicina generale. Il Presidente della sezione provinciale di Catania, Dott. Melchiorre Fidelbo, e numerosi medici della SIMG hanno aderito alla iniziativa impegnandosi a partecipare al progetto obiettivo. Il Presidente LIAF si è dichiarato soddisfatto dei risultati del Corso che ha sancito l’inizio di una stretta e duratura collaborazione tra SIMG e LIAF.

3,275FansLike
211FollowersFollow

Ultimi articoli

Fumo e pandemia: come combattere l’abitudine?

Mentre la seconda ondata di infezione da Covid-19 colpisce il mondo e un nuovo lockdown è in vista, aumentano anche le tensioni psicologiche sulle persone. Cosa abbiamo imparato dalla pandemia da un punto di vista psicologico?

VAPING: Lo studio che dimostra come l’esperienza sensoriale aiuta a smettere di fumare

Il vaping vince dove le terapie ufficiali hanno fallito. Ma qual è il segreto del suo successo? Questo si sono chiesti i ricercatori DiPiazza, Caponnetto, Askin, Christos, Maglia, Gautam, Roche e Polosa. Il frutto di tale ricerca è stato appena pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Harm Reduction Journal.

Gerry Stimson: a che punto è la riduzione del danno da fumo?

Diversi gli scienziati e i medici che da allora, dedicano la propria carriera alle persone che fanno uso di eroina e altre sostanze stupefacenti. “Grazie alla mia esperienza, mi sono ritrovato a sviluppare e valutare l'approccio alla riduzione del danno, prima ancora che fosse conosciuto come tale nel Regno Unito. Il mio lavoro si è sempre concentrato sulle persone che si iniettavano droghe e rischiavano di contrarre l'infezione da HIV”, racconta Gerry Stimson, scienziato e docente inglese.

Nuova Zelanda: grazie allo svapo è in calo la vendita di sigarette

Dopo aver analizzato i rendimenti delle aziende produttrici di tabacco, l'ente End Smoking NZ ha dichiarato che lo scorso anno sono state vendute 410 milioni di sigarette in meno rispetto a due anni fa, sottolineando quanto sia importante incoraggiare i fumatori a passare ad alternative più sicure.