8.6 C
Catania
giovedì, Aprile 2, 2020
Home Iniziative Asma grave: un convegno per medici e pazienti

Asma grave: un convegno per medici e pazienti

Venerdì 10 e 11 ottobre ad Acireale (CT), presso il Santa Tecla Palace, si parlerà di asma grave insieme ad un team di esperti provenienti dall’area respiratoria e allergologica, psicologica, otorino e gastro-enterologica. Un Convegno accreditato ECM per medici di famiglia e pneumologi che diventa anche occasione di incontro con i pazienti affetti da asma grave che desiderano dialogare con gli specialisti.
Il Corso “Attese e prospettive del paziente asmatico”, ideato dal prof. Riccardo Polosa, esperto internazionale in malattie dell’apparato respiratorio, ha lo scopo di fornire informazioni precise sulla sfida clinica rappresentata dalla problematicità di gestione delle forme severe e/o complicate di asma bronchiale, oltre ad affrontare il problema della scarsa aderenza alla terapia con particolare attenzione all’aspetto pedagogico, psicologico e motivazionale del paziente.
Nonostante le accresciute conoscenze sulle cause scatenanti e le migliorate strategie terapeutiche, le patologie cronico-ostruttive delle vie aeree continuano infatti a rappresentare un problema per la salute e la qualità di vita per milioni di pazienti affetti da asma. Diverse sono le ragioni per cui molti, troppi pazienti asmatici non riescono a controllare al meglio i loro sintomi. Innanzitutto, forme di malattia severa e presenza di comorbidità, quali il fumo di tabacco e patologie rino-sinusali o gastro-enteriche, contribuiscono in modo predominante allo scarso controllo dei sintomi respiratori e al decadimento della qualità di vita globale. Da non sottovalutare anche l’aspetto psicologico, in quanto la scarsa aderenza al trattamento e la dipendenza nicotinica possono essere variamente associate a stati ansioso-depressivi.
“Durante il Convegno avrò anche modo di presentare i risultati del progetto europeo U-Biopred” – ha dichiarato il prof. Polosa – “Siamo infatti al termine della grande ricerca che ha reclutato e completato la sperimentazione clinica su più di 1.000 pazienti di tutta Europa per comprendere meglio le diverse tipologie di asma e creare cure personalizzate. Questo Convegno dunque rappresenta un’importante occasione di crescita per i medici e per i pazienti”.
Il Convegno è accreditato 11,1 crediti ECM per i medici di famiglia e continuità assistenziale, e per gli pneumologi.
Per iscriversi, basta compilare la scheda d’iscrizione a questo link: http://www.collagecongressi.info/cong_2014/309100964_1/form_attivo.asp
Oppure direttamente in sede congressuale.
Per informazioni, contattare: Collage Congressi – Palermo – Tel. 091 6818545
e-mail:alessandra.firriolo@collagecongressi.it – web: www.collagecongressi.it
Per il programma dettagliato del corso, clicca qui
3,230FansLike
173FollowersFollow
543FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Ultimi articoli

Teenager e vaping: la moda e i social media

Essere teenager significa doversi rapportare con il gruppo, con la moda, con la necessità di sentirsi accettati. E che le relazione intercorre tra il vaping e i soggetti più giovani?

APPELLO di LIAF e CoEHAR: Aiutateci ad aiutare i nostri medici

LIAF e CoEHAR, considerato lo stato di emergenza causato dal COVID-19, lanciano un appello per affrontare l’elevato numero di morti e la devastazione che la pandemia sta causando in tutto il mondo, ed in particolare in Italia. Scopri come donare.

Stress e fumo, come affrontare questi giorni in casa?

Per i fumatori, purtroppo, assistiamo ad un aumento della richiesta di prodotti da tabacco combustibili considerate forme di sollievo dallo stress. Smettere definitivamente ma se non si riesce da soli, almeno passate a prodotti a rischio ridotto.

Un anno nello spazio: ora vi spiego come superare l’isolamento

Per Scott Kelly vivere quasi un anno su una navicella spaziale non è stato facile. Stare e “vivere” nello spazio è un’attività che va avanti senza interruzione. Oggi, Scott, ha deciso di condividere con il mondo alcuni suggerimenti perché crede che possano tornare utili considerato che a causa del COVID-19 siamo bloccati all’interno delle nostre abitazioni.